La disciplina relativa allo svolgimento delle attività finanziarie da parte degli Intermediari finanziari non bancari è contenuta nel Decreto Legislativo 1° settembre 1993, n. 385, “Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia” e successive modifiche ed integrazioni.

In particolare il Titolo V definisce la natura delle attività finanziarie riservate agli Intermediari (esercizio nei confronti del pubblico delle attività di assunzione di partecipazioni, di concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma, di prestazione di servizi di pagamento e di intermediazione in cambi), le condizioni per assumere la qualifica di Intermediario finanziario (iscrizione nell’elenco generale tenuto dall’Ufficio Italiano dei Cambi), le modalità di iscrizione nell’elenco, i poteri dell’Uic ed i relativi controlli.

Il Titolo V, inoltre, stabilisce i requisiti di onorabilità che devono essere posseduti dai partecipanti al capitale degli Intermediari, nonché i requisiti di onorabilità e professionalità degli esponenti aziendali

Infine il Titolo V disciplina le ipotesi di cancellazione dall’elenco per il mancato rispetto delle disposizioni medesime.