Pubblicata la Relazione annuale sull'attività svolta dall'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) nel 2020.

19 luglio 2021

Il 2020 è stato per l'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) un anno denso di novità significative sia sul piano tecnico e organizzativo, sia su quello normativo, come evidenziato durante la presentazione della Relazione annuale sull’Attività svolta dall’Arbitro.

Nonostante la crescita abnorme di ricorsi ABF aumentati del 61 % nel 2020 rispetto all’anno precedente, la durata media dei procedimenti incardinati davanti all’ABF è diminuita. Questo risultato è stato conseguito grazie alle modifiche normative intercorse e all’impegno profuso dalle Segreterie tecniche e dei Collegi territoriali. Sono infatti entrate in vigore le nuove disposizioni che mirano alla riduzione dei tempi di risposta alla clientela e all'allineamento alle migliori prassi internazionali, ampliando ulteriormente la tutela offerta ai clienti. È raddoppiato, da 100.000 a 200.000 euro, l'importo che può essere chiesto con il ricorso all'Arbitro e sono stati riconosciuti “nuovi poteri” ai Presidenti per agevolare una definizione anticipata della lite, tra cui in particolare l’assunzione di provvedimenti monocratici sulla base dei “consolidati Orientamenti”, misura volta a incrementare sempre più la celerità delle decisioni assunte nell’ambito del Sistema ABF.

Secondo i dati ufficiali reperibili nella Relazione annuale nel 2020 i ricorsi sono stati 30.918, in forte aumento rispetto al recente passato. Vi sono state 448 riunioni tenute da ABF, con una media di 61 ricorsi decisi in ogni riunione! Nel 74% dei casi la decisione è stata favorevole al ricorrente.

A fronte di questo dato, deve tuttavia  annotarsi l’incremento del numero di Intermediari vigilati inadempienti rispetto alle decisioni assunte dall’ABF, soprattutto in tema di Cessione del Quinto.
 

Ultime news

13 gen 2022

OAM - Pubblica consultazione

OAM avvia una pubblica consultazione con una Comunicazione al Mercato sul “funzionamento delle piattaforme on-line che offrono servizi di preventivazione e/o ...

leggi tutte